foto awards 2018

 

AWARDS 2018

 Gli Awards più recenti, quelli del 2018, premiarono ben quattro categorie. Nella prima lavorazione e trasformazione del massiccio si piazzò in prima posizione la Paolino Bacci Srl con il prodotto MasterMaxcon la seguente motivazione: macchina che coniuga produttività e flessibilità dedicata alla realizzazione di elementi complessi, anche curviformi, che si caratterizza per un originale sistema di bloccaggio dei pezzi in lavorazione. Seguirono la ditta Working Process e Scm Group.
Nella sezione “Lavorazione del pannello” Si aggiudicò il primo premio Vitap con il modello K2 2.0 con la seguente motivazione: Macchina notevolmente compatta in grado di eseguire le principali lavorazioni del pannello sulle sei facce, inclusa la fresatura di sagome grazie ad un innovativo pressore flottante. Seconda e terza posizione per HECHT Electronic e Biesse Spa.
Nella “Finitura” trionfò la New Finishing Srl per un “Sistema ad elevato grado di flessibilità operativa in grado di verniciare telai, porte e finestre in continuo attraverso un processo di autoapprendimento con ICA Spa e Scm Group rispettivamente secondi e terzi.
L’ultima categoria, quella degli utensili vide in prima posizione SCM Group per un “Gruppo per bordatrice che unifica le funzioni di intestatura e arrotondatura, eseguite con un unico utensile, permettendo lo sviluppo di macchine con limitato ingombro.” Secondi e terzi Biesse Spa e Oertli.

 

 

foto awards 2016 

 

AWARDS 2016

Continuiamo il nostro viaggio negli Awards che hanno caratterizzato Xylexpo negli ultimi anni: nel 2016 furono addirittura 3 le categorie premiate: prima lavorazione e trasformazione del massiccio, lavorazione del pannello e finitura.

Fu Maurizio Riva, contitolare di Riva1920 e testimonial di Xylexpo 2016, a consegnare i premi per la sezione “Prima lavorazione e trasformazione del massiccio”, peraltro – come per tutti i premi scelti dagli organizzatori per il concorso – oggetti che fanno parte del catalogo di Riva1920.
Il primo posto se lo è aggiudicò la Griggio di Reschigliano di Campodarsego (Padova) per “Unica Safe”, sistema di ritrazione della lama in 5 millisecondi, sensibile alla diversa conduttività elettrica del corpo, che permette di prevenire infortuni. La motivazione recita: “Proposta significativa in tema di sicurezza per l’operatore, che applica alternative più efficienti rispetto a precedenti soluzioni similari, e calibrata particolarmente per la piccola e media impresa”.
Al secondo posto si era classificata l’azienda Imal di San Damaso (Modena) per “Fbc200”, sistema per rilevare in linea difetti interni e qualità di pannelli di vario tipo, specie truciolare, Mdf e Osb. La motivazione: “Evoluzione dell’esistente con prestazioni più elevate: estensione del campo di controllo, risoluzione del monitoraggio, autoapprendimento”.
Terzo posto per “Superangle 600” della Salvador di San Vendemiano (Treviso), linea per la produzione di divani che integra troncatura, tagli inclinati e foratura.

 

 

foto awards 2014

 

AWARDS 2014

SEZIONE "INNOVAZIONE"

Ripercorriamo la breve ma intensa storia degli Awards che hanno caratterizzato le ultime edizioni di Xylexpo. Nel 2014 venivano assegnati i premi per due categorie: innanzitutto la capacità dimostrata dalle aziende di fare innovazione di prodotto, con particolare attenzione ai temi della “green economy”, e nell’impatto sui processi produttivi dei propri clienti.

Homag Group vinse per la capacità di innovare sia le grandi linee “batch one” che le macchine “stand alone”, per l’implementazione di tecnologie rivoluzionarie (quali l’applicazione laser dei bordi), garantendo la massima facilità d’uso all’operatore e sempre con la massima attenzione ai temi della “green economy”.

Al secondo posto si piazzò Biesse con la seguente motivazione: un impegno costante nell’innovazione dei centri di lavoro, contraddistinto da alcune tappe estremamente significative, quale l’invenzione del “multi centro” per la produzione di serramenti o la più recente declinazione della applicazione dei bordi con aria calda “AirForce”.

Cefla si prese il terzo posto così giustificato dalla giuria: Un percorso che ha portato Cefla Finishing Group ai vertici dei processi di verniciatura e finitura a livello mondiale, dimostrando una forte capacità di applicazione concreta delle innovazioni nei processi di stampa digitale e della finitura di superfici “povere” con le tecnologie “Inert coating” e “Fusion coating”.

La seconda categoria premiata durante l’evento era dedicata alla Comunicazione che riprenderemo nel prossimo post!

SEZIONE “COMUNICAZIONE”

Nel 2014, oltre all’innovazione, furono premiate le aziende nella categoria "Comunicazione”, ovvero l’impegno nel comunicare il proprio “essere impresa”, che può essere stato declinato nelle attività on e off line, in uno specifico impegno nei social network, nel definire campagne pubblicitarie particolarmente efficaci o per avere dimostrato attenzione e coerenza nei confronti degli operatori dell’informazione.

La prima posizione fu occupata dall’azienda Salvador con Christian che per l’occasione ritirò il premio; la giuria sottolineò la capacita di approcciare gli strumenti di comunicazione in modo emozionale.

Homag Group si piazzò in seconda posizione con una comunicazione forte, precisa, chiara, esaustiva, declinata in tutti i canali e sempre più attenta al web e agli strumenti visuali, accompagnata da eventi “in house” e nelle principali fiere del mondo che rappresentano esaustivi momenti di incontro con operatori, clienti, rivenditori, operatori della comunicazione.

Chiuse il podio Biesse Group che nel panorama delle imprese italiane si è sempre contraddistinta per la sua grande attenzione verso ogni tipo di comunicazione: dalla organizzazione di “Biesse Inside”, oramai un punto di riferimento in tema di “open house”, alla scelta di una corporate image forte, distintiva e mai banale.